navigation



 

 


Happy B-Day Chris! 


Donne che amano troppo.

"Quando essere innamorate significa soffrire, stiamo amando troppo. Quando nella maggior parte delle nostre conversazioni con le amiche intime parliamo di lui, dei suoi problemi, di quello che lui pensa, dei Suoi sentimenti, e quasi tutte le nostre frasi iniziano con “lui…”, stiamo amando troppo. Quando giustifichiamo i suoi malumori, il suo cattivo carattere, la sua indifferenza, o li consideriamo le conseguenze di un’infanzia infelice e cerchiamo di diventare la sua terapista, stiamo amando troppo.
Quando leggiamo un saggio divulgativo di psicoanalisi e sottolineiamo tutti i passaggi che potrebbero aiutare lui, stiamo amando troppo. Quando non ci piacciono il suo carattere, il suo modo di pensare e il suo comportamento, ma ci adattiamo pensando che se noi saremo abbastanza attraenti e affettuose Lui vorrà cambiare per amor nostro, stiamo amando troppo.
Quando la relazione con Lui mette a repentaglio il nostro benessere emotivo, e forse anche la nostra salute e la nostra sicurezza, stiamo decisamente amando troppo. A dispetto di tutta la sofferenza e l’insoddisfazione che comporta, amare troppo è un’esperienza tanto comune per molte donne che quasi siamo convinte che una relazione intima debba essere fatta così. Quasi tutte abbiamo amato troppo almeno una volta, e per molte di noi questo è stato un tema ricorrente di tutta la vita. Alcune si sono lasciate ossessionare tanto dal pensiero del loro partner e dalla loro relazione da riuscire appena a sopravvivere.”

[Donne che amano troppo - Robin Norwood]





My life.

My life.


OMG.
Gotta catch ‘em all! 


pffffff.

pffffff.


Aria = Me. Now.

Aria = Me. Now.


Mi dispiace, è questione di carattere fino ad un certo punto.Qui si tratta di saper trattare una persona in modo decente, soprattutto una persona che cerca in tutti i modi di trovare un punto d’incontro e far funzionare le cose.Da parte mia c’è la voglia di progredire ma mi trovo ostacolata da un muro che evidentemente voglia di progredire non ne ha.Mi sembra di essere tornata alle elementari quando, se un bambino ti trattava male, voleva dire che in realtà gli piacevi. Non siamo più alle elementari. Non funziona più così.Vuoi mandarmi a cagare? okay, però fallo. Questo non è il modo giusto.Non ne posso più di sentirmi rispondere di merda alle cose o rimanerci male per frasi del cazzo. Basterebbe parlare chiaramente e dire come stanno le cose.Sono abituata a vedere persone che se ne vanno. Certo, speravo che questa fosse un eccezione, ma va bene così.  Comincia davvero a fare troppo male e non penso affatto di meritarmelo, soprattutto questa volta.Non c’è nessun tipo di vincolo, nessun obbligo. Però di essere trattata come una pezza da piedi proprio no; mi sono rotta il cazzo.Ma tanto sono sempre io quella in torto e che vede cose che non ci sono, no? 

Mi dispiace, è questione di carattere fino ad un certo punto.
Qui si tratta di saper trattare una persona in modo decente, soprattutto una persona che cerca in tutti i modi di trovare un punto d’incontro e far funzionare le cose.
Da parte mia c’è la voglia di progredire ma mi trovo ostacolata da un muro che evidentemente voglia di progredire non ne ha.
Mi sembra di essere tornata alle elementari quando, se un bambino ti trattava male, voleva dire che in realtà gli piacevi. Non siamo più alle elementari. Non funziona più così.
Vuoi mandarmi a cagare? okay, però fallo. Questo non è il modo giusto.
Non ne posso più di sentirmi rispondere di merda alle cose o rimanerci male per frasi del cazzo. 
Basterebbe parlare chiaramente e dire come stanno le cose.
Sono abituata a vedere persone che se ne vanno. Certo, speravo che questa fosse un eccezione, ma va bene così.  
Comincia davvero a fare troppo male e non penso affatto di meritarmelo, soprattutto questa volta.
Non c’è nessun tipo di vincolo, nessun obbligo. Però di essere trattata come una pezza da piedi proprio no; mi sono rotta il cazzo.
Ma tanto sono sempre io quella in torto e che vede cose che non ci sono, no? 


E io mi sono rotta il cazzo.

E io mi sono rotta il cazzo.


ahahahah X)


come to me, Unknown. 

come to me, Unknown. 


Nightmare Before Christmas - Sally’s Song

I sense there’s something in the wind That feels like tragedy’s at hand And though I’d like to stand by him Can’t shake this feeling that I have The worst is just around the bend And does he notice my feelings for him? And will he see how much he means to me? I think it’s not to be What will become of my dear friend? Where will his actions lead us then? Although I’d like to join the crowd In their enthusiastic cloud Try as I may, it doesn’t last And will we ever end up together? no, I think not, it’s never to become For I am not the one
Nightmare Before Christmas - Sally’s Song


I sense there’s something in the wind 
That feels like tragedy’s at hand 
And though I’d like to stand by him 
Can’t shake this feeling that I have 
The worst is just around the bend 

And does he notice my feelings for him? 
And will he see how much he means to me? 
I think it’s not to be 

What will become of my dear friend? 
Where will his actions lead us then? 
Although I’d like to join the crowd 
In their enthusiastic cloud 
Try as I may, it doesn’t last 

And will we ever end up together? 
no, I think not, it’s never to become 
For I am not the one


Piccolo - ‘nsomma - sfogo.

Sono stufa di accontentarmi e farmi andar bene le cose solo per quieto vivere. Di essere paziente e tollerante. Dare e non ricevere mai nulla in cambio, se non cose mortificanti o denigranti.
E soprattutto di essere sempre un ripiego, un di più, un qualcosa di non essenziale o che lascia il tempo che trova.
Sono una cazzo di persona e come tale voglio essere trattata. 
Ah, e nel caso non fosse chiaro ho anche io un paio di tette e una figa…questo credo mi renda una Ragazza e sì, gradirei essere trattata anche questa volta come tale. Non come l’amico di uscite con cui si fanno gare di rutti.
Chiedetevi perchè reagisco in un determinato modo, al posto che fare gli offesi ogni volta e farmi sentire in colpa. Sì, in colpa. Perchè è così che mi sento ogni volta.
Nonostante sappia di non aver fatto niente di male poi mi faccio divorare dai sensi di colpa e torno sempre io, più per una questione egoistica che altro, ma alla fine non è questo ciò che importa.  Importa che sono sempre io a tornare sui miei passi, lasciando perdere qualsiasi cosa. 
Ma adesso basta, a costo di starci di merda io non farò più un cazzo.
Perchè devo essere sempre io ad andare incontro alla gente e capirla, mentre gli altri di me se ne fottono?
"tanto Ilaria c’è sempre"
Sì, continuate a credere in questa cosa. Finchè arriverà il giorno in cui vi manderò tutti a cagare. 

posted 1 anno fa